• Lo sviluppo dell'università in Africa
  • I collegi diffusi
  • La mobilità dei dottori di ricerca
  • I dati sulle immatricolazioni
  • Il futuro dell'università
  • Il Canada e gli studenti internazionali
NOTIZIE DALL'ITALIA
12/12/2014
Università: meno vincoli alla mobilità internazionale degli specializzandi
10/12/2014
Accordo Microsoft-Crui: la tecnologia a servizio di istruzione e ricerca per gli studenti delle università italiane
02/12/2014
Ricerca, Innovazione e Società: una collaborazione vantaggiosa e un legame necessario
01/12/2014
A Pavia il primo crowdfunding per la ricerca universitaria
12/11/2014
JOB&Orienta 2014 Youth Corner ufficiale del Piano Garanzia Giovani
05/11/2014
I nuovi direttori generali del MIUR per la formazione superiore e la ricerca
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
12/12/2014
USA: obiettivo lavoro, in crescita il numero dei corsi di lingua araba nei college e nelle università
04/12/2014
EUA: esperienze e aspettative delle università europee nell’utilizzo dell’e-learning
01/12/2014
Germania: il dibattito politico continua a essere incentrato sul finanziamento delle università pubbliche
27/11/2014
EUA: “Funding Forum” a Bergamo sulle strategie di finanziamento delle università europee
11/11/2014
Unione europea: l’impatto dei modelli di finanziamento pubblico e privato dell’istruzione superiore su studenti e istituzioni
03/11/2014
Ucraina: gli esperti confermano la necessità di applicare la legge di riforma dell’Università
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
La presentazione del XIII Rapporto AlmaLaurea sulla condizione occupazionale dei laureati italiani
Statistiche
 


Per realizzare concretamente un'economia della conoscenza, le parole chiave sono istruzione, ricerca e innovazione: principi sui quali si sono trovati d'accordo i partecipanti alla Conferenza internazionale "Capitale umano e occupazione nell'area europea e mediterranea" organizzata dall'Università di Bologna e dal Consorzio Almalaurea (10-11 marzo). L'obiettivo della Conferenza è stato promuovere lo scambio di conoscenze interdisciplinari, informazioni ed esperienze tra laureati, ricercatori, imprese, università e governi.

La crisi economico-finanziaria ancora in atto, che continua a ripercuotersi in modo particolare sui giovani, ha avuto un forte impatto sul mondo del lavoro, riducendo da un lato le possibilità di occupazione, dall'altro i guadagni. L'Italia è ancora lontana dall'obiettivo del 40% di laureati entro il 2020 individuato dalla Commissione Europea e il calo di iscritti nelle nostre università corrisponde anche al calo demografico registrato negli ultimi anni.

Come emerso dal XIII Rapporto Almalaurea, in Italia i diplomati hanno maggiori difficoltà a trovare un'occupazione rispetto ai laureati (il rapporto è di 66 a 75 su 100). A un anno dal conseguimento del titolo diminuiscono i contratti di inserimento e il lavoro atipico, ma aumenta il lavoro nero. Dopo 3-5 anni i guadagni si contraggono (ma i laureati guadagnano più dei diplomati, nella proporzione di 155 a 100), anche se i tassi di occupazione sono relativamente buoni; dal 2000, in assoluto, i tassi di occupazione dei laureati a cinque anni dal titolo sono costantemente calati e anche il guadagno è in calo del 9,1%. In linea generale, l'85% dei laureati si orienta verso il settore privato, mentre il 15% trova impiego nel settore pubblico. Il master e lo stage costituiscono un valore aggiunto che non ha perso convenienza ai fini dell'occupazione e della retribuzione.

Differenze sensibili emergono anche tra le varie aree: il tasso più alto di occupazione spetta ai laureati del gruppo medico (che sfiorano il 100% già a un anno dal titolo), seguiti dai gruppi architettura, economico-statistico e ingegneria (che raggiungono l'85% circa di occupati a tre anni dalla laurea). La quota di occupati dei gruppi geo-biologico, chimico-farmaceutico e giuridico resta invece inferiore alla media.

Per leggere alcuni commenti dei protagonisti del convegno e altri usciti sulle pagine dei quotidiani, clicca qui.


Isabella Ceccarini
(marzo 2011)
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
Universitas per iPhone e iPad
Più valore al futuro
Cimea
In merito al talento
Tag
QUADERNI
27. Lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore. Verso il 2020
Riflessioni sull'etica del sapere
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119
Web Consulting: ATG