• Studenti di successo
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Proteste negli atenei turchi
  • Camerino, il futuro non crolla
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
 

Autonomia degli atenei a rischio. Questo è uno dei timori della comunità accademica, confermato anche dal Consiglio di Stato, in riferimento allo Schema di decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, avente ad oggetto «Disciplina del Fondo per le cattedre universitarie del merito Giulio Natta»istituito ai sensi dell'art. 1, commi 207-212, della legge 28 dicembre 2015, n. 208. La questione nasce dalla istituzione di 500 cattedre universitarie intitolate al fisico Giulio Natta e rivolte ad esperti di elevato merito scientifico, in procinto di essere reclutati da commissioni nominate dal Governo, in deroga ai parametri valutativi introdotti dall'Anvur per il reclutamento di professori associati e ordinari. 

Il Fondo per le cattedre "Giulio Natta" è stato istituito dalla Legge di stabilità 2016«Al fine di accrescere l'attrattività e la competitività del sistema universitario italiano a livello internazionale, nel rispetto dell'autonomia degli atenei, nello stato di previsione del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca è istituito, in via sperimentale, per finanziare chiamate dirette di studiosi di elevato e riconosciuto merito scientifico [...] un fondo speciale denominato "Fondo per le cattedre universitarie del merito Giulio Natta", al quale sono assegnati 38 milioni di euro nell'anno 2016 e 75 milioni di euro a decorrere dall'anno 2017». (Art. 1, comma 207).   

I candidati alle cattedre Natta non saranno sottoposti alle consuete procedure di valutazione comparativa e, in particolare, non dovranno sottostare alla scure dell'Abilitazione scientifica nazionale. Un aspetto che non è sfuggito al Consiglio di Stato, che si è pronunciato nel merito con il parere n. 02303/2016 del 4 novembre 2016.   

I quattro rilievi fondamentali che i giudici amministrativi sottopongono all'attenzione del Governo riguardano il rispetto dell'autonomia, il carattere sperimentale e straordinario del reclutamento, lo status speciale del professore reclutato con il fondo Natta, il riordino dei settori concorsuali secondo le aree Erc. Il Consiglio di Stato richiama, in particolare, la necessità di salvaguardare il principio dell'autonomia, nel tentativo di «rendere il regolamento pienamente coerente con i principi costituzionali» (dell'autonomia universitaria in primis) e con il sistema normativo vigente, che prevede il reclutamento per chiamata diretta di studiosi di chiara fama.   

Il caso delle cattedre Natta ha avuto ampia eco sulla stampa. Duro l'attacco di Eugenio Mazzarella nel "Corriere della Sera" del 20 ottobre 2016«Mi auguro che nell'università italiana, a cominciare dalla Crui, non ci sia più alcuna acquiescenza a misure che umiliano l'università e la stessa dignità della funzione intellettuale di chi vi lavora. Problemi l'università italiana ne ha, e il principale è il sottofinanziamento cronico».   

Nell'adunanza del 19 ottobre 2016 il Consiglio universitario nazionale (Cun) ha mosso non pochi rilievi alle procedure di reclutamento delle cattedre Natta«L'introduzione nel sistema universitario di figure di professori con prerogative differenti e più vantaggiosi rispetto al resto dei docenti andrebbe attentamente pesata e coordinata con la normativa vigente, soprattutto in relazione ai meccanismi di gestione degli organici da parte degli Atenei. Le norme proposte per la formazione delle Commissioni giudicatrici non appaiono allineate alle migliori pratiche internazionali ed avrebbero gravi ricadute sull'autonomia costituzionalmente riconosciuta al sistema universitario».
                                                                                                              


Andrea Lombardinilo
(14 novembre 2016)

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
27. Lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore. Verso il 2020
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG